La responsabilità sociale d'impresa La responsabilità sociale d'impresa

Fondo Sociale Europeo in Sinergia con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale POR 2014-2020 Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione” - Progetto 69-0001-816-2019: “CAMBIARE PER CRESCERE: la sostenibilità nel Made in Italy tra innovazione e riuso intelligente” approvato con Decreto n. 1146 del 08/10/2019 Ente: Fondazione Centro Produttività Veneto

Strategie e strumenti per la costruzione del BILANCIO SOCIALE -

Corso finanziato per disoccupati 

 

Il Bilancio Sociale è un documento con il quale un'organizzazione, profit o non profit, privata o pubblica, comunica periodicamente i risultati della sua attività come interrelazione tra fattori economici, sociali e ambientali.

Rappresenta l’esito di un processo con cui l’organizzazione rende conto delle scelte, delle attività, dei risultati e dell'impiego di risorse, in modo da consentire ai diversi stakeholder di avere una corretta percezione del valore dell’impresa, che sempre più deve essere compatibile con i bisogni e le attese espresse dalla collettività e dal territorio di riferimento. Per quanto riguarda il Terzo Settore, il Bilancio Sociale ha l’obiettivo di valutare l'impatto sociale delle attività svolte.

 

CONTENUTI DEL CORSO:

- definire identità, valori e missione dell’azienda;

- conoscere gli stakeholder interni ed esterni;

- Il bilancio sociale --> cos'è, quali standard, il percorso per arrivarci e come si costruisce l'indice, dove e come comunicarlo e pubblicarlo;

- dipendenti --> come si raccontano le iniziative sui dipendenti, principali indicatori di rendicontazione, l'importanza della trasparenza nel racconto delle politiche interne per avere dipendenti alleati e ambasciatori della responsabilità;

- ambiente --> principali indicatori di impatto, rendicontare la circular economy come novità e punto di attenzione in europa, la logica del life cycle assessment come modalità di controllo dei propri impatti;

- clienti e fornitori --> il controllo della supply chain, policy e condivisione di principi su diritti umani, aspetti ambientali, sicurezza sul lavoro, aree di approvvigionamento a rischio, principali indicatori;

- comunità locale --> come si raccontano i progetti di collaborazione con il territorio e con le non profit, distinguere tra filantropia e sponsorship, far parlare i partner sociali nel proprio bilancio;

- Rapporto ambientale

- Rapporto sociale

- Rapporto di sostenibilità

- Tripla bottom line (sostenibilità economica, sociale, ambientale)

- Rapporto sugli asset intangibili

 

DESTINATARI: Disoccupati interessati ad approfondire il tema del Bilancio Sociale per le organizzazioni profit e non profit

 

CALENDARIO (16 ORE):

Lunedì 11 Novembre 2019 ore 09:00 - 13:00 14:00 - 18:00

Lunedì 18 Novembre 2019 ore 09:00 - 13:00 14:00 - 18:00

 

SELEZIONE CANDIDATI: Giovedì 07 Novembre 2019 ore 9:30 presso Scuola d’Arte e Mestieri della Fondazione Centro Produttività Veneto, Via Rossini 60 (angolo Via Nicotera), Vicenza. La selezione prevede la verifica della documentazione pervenuta (con particolare riferimento allo stato di disoccupazione comprovato dalla Dichiarazione di Immediata Disponibilità) e colloqui individuali motivazionali. Si terrà conto, inoltre, dell’ordine cronologico di arrivo delle domande.

 

Un'apposita commissione, il cui giudizio è insindacabile, verificherà i parametri di ammissibilità (vedi requisiti di ammissione) i curricula e la motivazione.

 

Il percorso è finanziato dal progetto FSE “CAMBIARE PER CRESCERE: la sostenibilità nel Made in Italy tra innovazione e riuso intelligente”, la partecipazione al percorso è gratuita la frequenza obbligatoria.

Qualora alla selezione non si raggiungesse il numero minimo di partecipanti previsti per l’avvio del corso, il Bando si considererà automaticamente prorogato per individuare le candidate mancanti.

 

DOCUMENTI DA PRESENTARE 

  • Domanda di partecipazione (Allegato 1) - da richiedere a zampieri@cpv.org
  • Curriculum vitae (formato europass) aggiornato e firmato e con autorizzazione ai sensi del D.lgs 196/2003
  • Dichiarazione di immediata disponibilità (DID) allo svolgimento/ricerca di lavoro rilasciata dal Centro per l’Impiego di competenza
  • Fotocopia fronte retro della carta d’identità in corso di validità
  • Fotocopia fronte retro del codice fiscale
  • Fotocopia permesso di soggiorno in corso di validità (se cittadine extracomunitarie)

 

Per informazioni e adesioni: Annalisa Zampieri, zampieri@cpv.org; tel. 0444 960500 (int. 2)

 

 

 

CPV e la Responsabilità Sociale d'Impresa

 

IN EVIDENZA:

10/05/2019: Il Gruppo di Studio sulla Responsabilità Sociale d'Impresa alle ore 21:00 al Vicenza Time Café, in Contrà Mure Porta Nova, 28 a Vicenza,  presenta “La scelta di essere responsabili – La responsabilità sociale tra profit, cooperazione sociale, no profit e ricerca". Teatro Impresa guidato da Lorenzo Bocchese nell'ambito del Festival Lavori - Valori. 

Ingresso libero con donazione responsabile. INFO: qui@vicenzatimecafe.it

 

Lo Sportello CSR 

Sportello  CSR (Corporate Social Responsibility) Responsabilità Sociale delle imprese nasce a fine 2005 in seguito al recepimento, da parte della Camera di Commercio di Vicenza, del Protocollo d'Intesa sottoscritto tra l'allora Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e Unioncamere nazionale (nov. 2003) ed è affidato alla Fondazione Centro Produttività Veneto - CPV. Il protocollo si inserisce tra le azioni strategiche previste dal nostro Paese per la sensibilizzazione e lo sviluppo della Responsabilità Sociale delle Imprese, in attuazione delle indicazioni in materia espresse dalla Comunità Europea (Libro Verde 2001 e successive Comunicazioni). Lo Sportello CSR partecipa al Progetto CSR Veneto, a seguito della firma del Protocollo d'Intesa tra Regione Veneto ed Unioncamere del Veneto. Grazie anche alla recente approvazione da parte della Regione del Veneto del Progetto CSR in rete: un modello per lo sviluppo sostenibile delle PMI vicentine, che sarà finanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo per la competitività e l'occupazione, lo Sportello CSR del CPV sarà punto di riferimento per la diffusione della CSR coordinando le attività previste su tutto il territorio provinciale

La finalità 

Obiettivo principale dello Sportello è diffondere la Cultura della Responsabilità Sociale, delle imprese e delle organizzazioni, come definito nelle Linee Guida Iso 26000, presso tutti gli operatori economici e le istituzioni del territorio, in collaborazione con le organizzazioni che  ne condividono lo scopo. 
La CSR è cultura d'impresa orientata alla trasparenza e all'acquisizione di nuovi strumenti di gestione aziendale per interagire al meglio con gli aspetti sociali e ambientali, interni ed esterni, in un'ottica di sostenibilità.
Un comportamento socialmente responsabile per l'impresa è un investimento strategico che concorre a creare competitività e che sempre più è riconosciuto quale caratteristica premiante sia dal mercato che dalle istituzioni. 
 

Lo Sportello svolge la seguente attività:

  • promuove sul territorio la cultura della Responsabilità Sociale supportando le imprese nelle attività di autovalutazione e nelle scelte di gestione responsabile, in sinergia con le Associazioni di Categoria e le parti sociali;
  • organizza dei momenti informativi/formativi sui temi inerenti alla Responsabilità Sociale e sugli strumenti di CSR 
  • crea una rete con i servizi già attivi nella provincia su temi collegati alla CSR per favorire l'incontro tra i bisogni della comunità e le possibili  risposte da parte delle imprese con interventi concreti di responsabilità sociale;
  • pubblicizza buone pratiche di impresa;
  • aggiorna sui risultati di ricerche sul tema ed informa su progetti, eventi e attività nazionali ed internazionali finalizzati alla promozione delle imprese impegnate in azioni di responsabilità sociale;
  • favorisce il collegamento tra imprese for profit ed organizzazioni non profit del territorio;

 

Qui di seguito sono elencati i collegamenti ai principali siti istituzionali che si occupano di CSR: